Aggiornamenti importanti su “decreti Coronavirus” e nuova mail ufficio dedicata

In relazione alle ultime norme realizzate in materia dal Governo, riepiloghiamo quelle indicazioni principali che possono interessare la vasta platea dei soggetti danneggiati dall’emergenza sanitaria, siano essi imprese, privati, liberi professionisti o dipendenti.

1 – Gli adempimenti fiscali del periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020 sono prorogati al 30 giugno. Sostanzialmente per la dichiarazione iva annuale vengono concessi 2 mesi in più di tempo.

2-Tutti i pagamenti di tasse e contributi in scadenza dall’8 marzo al 31 marzo per tutti i contribuenti con ricavi o compensi fino a 2.000.000,00 sono sospesi e scadranno entro il 1 giugno.

3- Per settori specifici (es. bar – ristoranti – alberghi – trasporti – pasticcerie- trattorie – noleggi auto,- cinema e teatro – agenzie di viaggio – scuole, corsi e simili) i pagamenti di tasse e contributi in scadenza dall’8 marzo al 30 aprile sono prorogati al 01 giugno.

4 – Attenzione! Non è sospeso l’invio della fattura elettronica e dei corrispettivi telematici.

5- I pagamenti, anche già rateizzati, in scadenza dall’8 marzo al 31 maggio relativi a cartelle esattoriali (ex Equitalia) sono prorogati al 30 giugno

6 – Le rate della “rottamazione ter” e del “saldo e stralcio” previsti a suo tempo dell’Agenzia della Riscossione (ex Equitalia) per vecchie cartelle, rispettivamente in scadenza il 28 febbraio ed il 31 marzo sono prorogati al 01 giugno

7- I titolari di partita iva iscritti esclusivamente all’Inps (artigiani, commercianti, lavoratori autonomi senza cassa di appartenenza, collaboratori coordinati e continuativi) potranno inviare domanda sul portale Inps per l’indennizzo (non tassabile) di euro 600,00 relativo al periodo di marzo. Ancora si attende circolare di spiegazioni Inps anche per eventuale identico indennizzo per aprile. Non ci sarà nessun ingolfo o incapienza delle domande (no metodo click day). La partita iva deve essere esistente al 23 febbraio 2020. Dubbi rimangono in merito a questo indennizzo per soci, collaboratori artigiani e professionisti con cassa di previdenza (avvocati, commercialisti, ingegneri, medici, odontoiatri…).

8 – Per i professionisti con propria cassa di previdenza (es. Inarcassa , cassa geometri  Enpam, cassa avvocati) indichiamo che queste ultime stanno permettendo il rinvio delle scadenze previdenziali periodiche di questi mesi, secondo un calendario differente per ogni cassa e previo benestare del ministero Ad oggi le casse private  non prevedono la corresponsione di indennizzi come per quelle Inps di artigiani commercianti e professionisti  senza cassa.

9 – Le associazioni professionali tramite Confprofessioni stanno organizzando altre forme di sostegno al reddito quali assicurazioni, finanziamenti agevolati e agevolazioni per coloro che si organizzeranno con lavoro agile o Smart working, così come il Fondoprofessioni finanzia la formazione professionale a distanza o e – Learning e Cadiprof sviluppa l’assistenza sanitaria integrativa.

10- Mentre scriviamo, ulteriori agevolazioni e chiarimenti riguardano la sospensione di mutui, finanziamenti, prestiti e leasing per imprese, professionisti e privati e si preannunciano ulteriori misure di rilancio e di liquidità per l’economia.  Vi invitiamo a contattare il nostro ufficio, per situazioni specifiche che possono interessare, chiedendo preferibilmente del dott. commercialista Sebastiano Serpilli, a cui si può indirizzare anche apposita mail al nuovo indirizzo dedicato e scritto in fondo alla presente comunicazione

11 – Da buon ultimo si ricorda lo sviluppo della Cassa integrazione per tutti i lavoratori delle imprese e dei professionisti coinvolti dalle difficoltà dovute al virus Covid 19, estendendo fino a 9 settimane il periodo di tutela e senza dare priorità al consumo delle ferie o permessi.

12 – Considerata la complessità della materie, la grande circolazione di notizie false, inesatte o parziali su tanti media e social, abbiamo ritenuto utile fornirvi una nostra mail dedicata a tutte le domande e alla documentazione da condividere per casi specifici o complessi. Ciò permetterà di meglio canalizzare il lavoro inerente alle nuove pratiche da svolgere per combattere finanziariamente i danni causati dal virus. La mail, attiva da oggi, e a cui si prega di dare preferenza per la gestione informativa, burocratica di tutto ciò che riguarda la materia ed anche per rispondere rapidamente a situazioni personali è

                                                             serpillicovid19@gmail.com

Lo studio si è ulteriormente attrezzato per lo svolgimento di tutte le pratiche necessarie all’ottenimento di contributi, agevolazioni e moratorie su mutui e prestiti e fornire in tempo rapido ed utile le varie ed effettive notizie in merito.

Cogliamo l’occasione, in questa difficile fase, per formulare a tutti i nostri migliori auguri.